E’ meglio fingere di essere forte o ammettere la tua debolezza?

E’ meglio fingere di essere forte o ammettere la tua debolezza?

A volte lo stress nasce anche dal non manifestare a pieno la propria essenza

 

Qualche sera fa ero a cena a casa di una coppia di amici. D’un tratto il figlio più “grande” di 5 anni, fa irruzione nella stanza piangendo a dirotto. Era caduto e si era sbucciato il ginocchio. Più che il dolore reale, (una bella botta, un pò di sangue ma nulla più…)  era visibilmente spaventato.

“ormai sei un ometto, devi essere forte, non è nulla, non piangere per questa sciocchezza, sai quante volte io e la mamma ci siamo fatti male? E poi, che figura fai con Carletto, lui è più piccolo, devi dare l’esempio!” 

Non sono un esperto nell’educazione dei bambini e non entro nel merito dell’opportunità o meno di un simile approccio per gestire la caduta del bimbo. Questo episodio mi ha fatto un pò riflettere sulla vita di noi “grandi…”

 

Devi essere forte

Che tu sia un genitore, un professionista, uno studente, un imprenditore, o qualsiasi altra cosa, non puoi permetterti di essere debole. Non puoi crollare, non puoi ammettere di avere un problema, di aver bisogno di un aiuto, devi essere una guida, un punto di riferimento, devi dare l’esempio...  giusto???

 

BALLE!!!

 

Se da una parte è vero che in alcune circostanze non è opportuno dare segni di cedimento, per il ruolo che si ricopre o per mille altri motivi, credo fermamente che possa soltanto portare benefici ammettere talvolta di sentirsi deboli, di aver bisogno di una mano. Credo non solo che sia segno di maturità, ma anche che possa essere a volte la soluzione migliore per affrontare una situazione che potrebbe finire con l’incancrenirsi.

Questo è valido sia per problemi sul lavoro, che per questioni personali, economiche, familiari, di salute o di cuore.

 

Evitare gli eccessi…

Se da una parte va evitato un atteggiamento “lamentoso”, di passività, vittimismo, inferiorità e immobilismo, (e quante ce ne sono di persone che vivono costantemente così…), credo che sia altrettanto rischioso un approccio da supereroe forte ed invincibile del tipo “io basto a me stesso, non ho bisogno di nessuno e nessuno è in grado di aiutarmi”.

 

La saggezza non è più saggezza quando diviene troppo orgogliosa per piangere, troppo grave per ridere, e troppo piena si sé per chiedere aiuto. (Kahlil Gibran)

 

 

Quello a cui resisti persiste…

 

Prendi contatto con quella parte di te che a volte si sente debole ed inadeguata. Riconoscila, accettala, e vedrai che lentamente inizierai a sentirti un po’ meglio. Capisco che a volte può non essere piacevole ammettere, prima di tutto a se stessi, la propria debolezza. A volte può essere la scelta migliore. A volte può essere proprio questa ammissione, il tuo atto di forza.

Non c’è niente di male nel chiedere aiuto. Magari valutando bene a chi rivolgersi. Amici e parenti, quelli che ci vogliono davvero bene, sono sempre pronti a dare una mano,  (anche se non sempre sanno come aiutarci…. 😉 )

Puoi  anche trovare risposte in un buon libro, o rivolgerti ad un bravo coach o terapeuta o frequentare uno dei tanti corsi di crescita personale. Quando si attraversano momenti difficili, è inutile fingere di essere forti.

 

Tu non hai bisogno di fingere che sei forte,
non devi sempre dimostrare che tutto sta andando bene,
non puoi preoccuparti di ciò che pensano gli altri, se ne avverti la necessità piangi
perché è bene che tu pianga fino all’ultima lacrima
poiché solo allora potrai tornare a sorridere  (P. Coelho)

 

Lo stress lo si combatte anche così. Tu non devi dimostrare niente a nessuno. Non sei chiamato alla perfezione, non devi essere forte.

Puoi scegliere di lavorare su te stesso per rafforzarti, per crescere, per imparare, per migliorare quello che non ti soddisfa.  La scelta è la chiave di tutto. Se lo vivi come un obbligo, come un “devo per forza”, c’è il rischio che possa accumulare una tale dose di stress da rendere ancora più difficile affrontare qualsiasi situazione.

Se mi segui da tempo, ormai un po’ mi conosci. Partecipa ad una edizione di Vivere Rilassatamente LIVE!  Il Corso completo di Rilassamento e Gestione dello Stress più famoso del web.Sono sempre più le persone che ne hanno approfittato!

Se ancora non mi conosci bene e desideri essere più sicuro prima di decidere di partecipare al corso di Milano, ti propongo due possibili soluzioni:

1) Puoi iscriverti al corso pagando regolarmente e, se alla fine della giornata non dovessi essere, per qualsiasi motivo soddisfatto di quello che hai fatto, potrai chiedermi la restituzione dell’intera somma versata. Si, hai letto bene. Mi fido totalmente di te! 

Garanzia Totale Soddisfatto o Rimborsato!

2) Puoi acquistare a soli 9,90 €  il CD di Vivere Rilassatamente a questo link. 

Leggi la guida ascolta le tracce audio e pratica regolarmente gli esercizi di rilassamento guidato. E’ un buon modo per iniziare fin da subito ad ottenere ottimi risultati. E sono sicuro che presto ci vedremo anche al corso! 😀 

Leggi anche questi articoli:

  • avatar image
    Mariella Cubeddu
    marzo 25th, 2015 at 9:02 am

    Grazie per i validi consigli e il modo semplice con cui li condividete con noi

    Rispondi
    • avatar image
      Giovanni Annunziata
      marzo 25th, 2015 at 9:25 am

      Grazie per aver scelto di seguirci! E’ un piacere sapere che quello che facciamo venga apprezzato!!! Buona giornata!!!

      Rispondi

Leave a comment