tempo

tempo

TEMPO DI VALORE

Produttività, progetti, risultati, successi, sfide…  ma anche bollette da pagare, tasse, scadenze, impegni,  imprevisti, problemi…

Diciamo che le nostre giornate sono davvero piene. Ogni mattina usciamo di casa stracarichi di cose da fare. Scambiamo ogni giorno il nostro tempo in cambio di denaro. Denaro che ci serve per… ehm già, per cosa??? Hai mai pensato davvero al significato profondo di tutte le cose che fai?

COMPRARE…

L’altro giorno ho appreso, ascoltando alcuni ragazzini che parlavano in treno, che sta per uscire la nuova versione dell’IPhone. Erano tutti eccitati all’idea di averlo anche se il loro telefono poteva avere non più di un anno di vita e sembrava perfettamente funzionante vista la quantità di selfie, telefonate e giochini vari fatti durante il viaggio. Il più grandicello, poteva avere al massimo 15 anni, si è detto pronto a fare la nottata al centro commerciale pur di averlo subito…  Questione di scelte

Attenzione, io non ho nulla contro l’IPhone o qualsiasi altra cosa. Mi chiedo soltanto se davvero abbiamo così bisogno di spendere soldi per comprare cose di cui tutto sommato potremmo tranquillamente fare a meno.

Lavoriamo sempre di più, facciamo difficoltà per arrivare a fine mese, non investiamo su noi stessi, sulla nostra salute o per la crescita personale e poi facciamo la fila per acquistare il 32° paio di scarpe,  l’ultimissimo modello di smartphone,  l’anteprima in pay per view della serie tv del momento (mica posso aspettare qualche settimana come tutti… ) e macchine superaccessoriate che al confronto Supercar  (la ricordi??)  sembra un cavalluccio a dondolo.

Facciamo a gara per avere sempre di più, per essere sempre alla moda, per apparire dei vincenti  ed intanto ci dimentichiamo chi siamo davvero e quali sono le cose più importanti per noi.

Certo, con la crisi qualche rinuncia l’abbiamo fatta tutti ma… quante cose di quelle che hai acquistato negli ultimi anni erano davvero così importanti, utili e necessarie?

Se davvero pensassimo più ad Essere e meno ad Avere; se ricominciassimo a vivere a pieno le nostre relazioni e le nostre emozioni; se riuscissimo a riscoprire la bellezza nella semplicità e nella natura, forse saremmo tutti un po’ meno stressati, più felici, più sereni ed in armonia tra noi.

Ma questa è solo una mia idea. Non ti chiedo di essere d’accordo con me. Volevo solo raccontarti come la penso.

 

Una bella storia

Ti racconto anche una bella storia che ho letto un po’ di tempo fa con la speranza che sia anche per te motivo di profonda riflessione Buona lettura!!!

Quanto vale un’ora del tuo tempo

Un giorno, padre e figlio, fecero la discussione che segue…
Papà, posso farti una domanda?

– Ma certo, cosa vuoi sapere?

– Quanto guadagni all’ora?

– Non sono cose che ti riguardano, perché mi fai questa domanda?

– Così, ci tenevo a saperlo. Per favore, dimmelo. Quanto guadagni in un’ora?

– Beh, se proprio lo devi sapere…guadagno 100 euro all’ora.
Il bambino, con una nota di disappunto, abbasso’ lo sguardo, ma subito si riprese

– Papà, posso avere 50 euro in prestito?

A questo punto il padre si arrabbio’ davvero.

– Se l’unica ragione per cui mi hai fatto quella domanda era per farti prestare dei soldi per andarti a comperare qualche stupido giocattolo o cose simili, allora sarà’ meglio che fili dritto in camera tua e vai a letto. E sappi che non dovresti essere così’ egoista. Io mi faccio un mazzo così tutti i giorni e non mi aspetto certo un comportamento così infantile da parte tua.

Il bambino andò’ in camera sua e chiuse la porta dietro di se’.

Il padre si sedette e pensando alla domanda del figlio, si arrabbio’ ancora di più:

– Come si permette di fare domande del genere solo per spillarmi dei soldi?

Trascorsa un’ora o poco più, l’uomo si calmò ed incominciò a pensare. Forse quei 50 euro gli servivano per qualcosa di veramente importante, difatti il bambino molto raramente gli aveva fatto una richiesta del genere. Allora il padre si alzò, si avvicinò alla stanza ed aprì la porta.

– Sei ancora sveglio?

– Si Papà, sono sveglio…

– Sai, stavo pensando…sono stato un po’ durò con te poco fa…ho avuto una giornata pesante ed ho scaricato il mio nervosismo su di te…Tieni, questi sono i 50 euro che mi hai chiesto. Il bambino si alzò di scatto e si mise a sedere sul letto con un gran sorriso stampato in faccia…

– Grazie Papà, grazie davvero!!!

Poi, mise la mano sotto al cuscino e tirò fuori vari pezzi da 1,5, 10 euro.

Vedendo che il bambino aveva già del denaro, il padre cominciò ad arrabbiarsi di nuovo.  Il bambino intanto stava contando il denaro che aveva in mano. Il padre lo interruppe dicendo:

– Perché hai voluto quei soldi se ne avevi già tanti?

– Perché non ne avevo abbastanza, ma adesso ce l’ho! Papà, adesso ho 100 euro… posso comperare un’ora del tuo tempo? Ti prego, vieni a casa prima, domani sera, mi piacerebbe tanto cenare e giocare con te!

Per il padre fu come un pugno nello stomaco. Abbracciò suo figlio e, con le lacrime agli occhi,  gli chiese scusa…

 

Sai, in molti pensano che soltanto chi ha molti soldi è davvero libero. In molti pensano che nella vita sia importante sacrificarsi, impegnarsi, darsi da fare senza sosta per poter raggiungere i propri obiettivi.

Quello che molti non sanno, è quali sono davvero i propri obiettivi. Quali sono le cose che contano di più.

La vita va vissuta istante per istante. Impegnarsi, fare sacrifici, rinunce e battaglie ha un senso soltanto a patto che il prezzo da pagare non sia troppo alto.

Non ha senso rinunciare totalmente al presente in cambio di un futuro migliore. Non ha senso vivere aspettando un domani migliore. Non ha senso correre sempre e non riuscire a godersi il viaggio. Non ha senso dimenticarsi di vivere Oggi. 

Se proprio “devo” rinunciare a qualcosa, preferisco rinunciare alla pay tv, allo smartphone, ai vestiti griffati, all’auto nuova, ed avere una vita ricca di emozioni, relazioni e sentimenti puri, autentici e profondi.

Trova il tuo equilibrio, a costo di sembrare squilibrato… 😉

Puoi avere la vita che desideri,  anche scrivendo tu le regole del gioco e non accettando passivamente quelle decise dagli altri.

La vita è fatta si scelte. Ti auguro di fare la scelta migliore.

 

PS:

condividi questo articolo  e lascia qui sotto i tuoi commenti per stimolare una sana riflessione sul nostro stile di vita.

Grazie!!!

<3

Leggi anche questi articoli:

  • avatar image
    Marco
    ottobre 2nd, 2015 at 4:27 am

    Gracie Mille bellissime riflessioni pero uno e press nel ingranaggio e purtoppo non e facile uscirne io per exempio vendo auto e let case automobilistiche Ina per laltra ci farebbero lavorare sempre per cosa ? Quote di mercatp e bale varie profitto solo profitto

    Rispondi

Leave a comment