Perché la Natura è la migliore medicina

Perché la Natura è la migliore medicina

Stare a contatto con la natura fa bene. Questo ormai è un dato di fatto.

Viviamo in città caotiche, inquinate e sempre meno curate e passiamo gran parte del nostro tempo chiusi tra quattro mura, lontani anni luce dalla vita che facevano i nostri avi.

Diversi studi hanno evidenziato gli effetti benefici che si possono ottenere passando più tempo a contatto con la natura:

  • si regolarizza la pressione
  • si sviluppa la creatività
  • si riduce significativamente lo stress
  • migliora la qualità sonno
  • aumenta la serenità
  • si rafforza il sistema immunitario
  • si acutizzano i 5 sensi

Mi fermo qui, ma l’elenco potrebbe continuare ancora a lungo.

Questi sono solo gli effetti più “materiali” del contatto con la natura. Vi sono poi tanti motivi più profondi che dovrebbero spingerci a vivere sempre di più in simbiosi con essa.

Da tempo nei miei corsi sono previste sessioni all’aperto, nei parchi, nei boschi o in spiaggia, proprio per far sperimentare concretamente come immergersi nella natura e trarre da essa il massimo beneficio.

In ogni passeggiata nella natura l’uomo riceve molto di più di ciò che cerca.
(Hohn Muir)

Come ho scritto in questo post “Come il bosco può aiutare il tuo benessere,  mi piace pensare che “gli alberi siano il ponte che unisce la profondità della Terra con l’immensità del Cielo. Mi piace pensare che ogni albero racchiuda in se una storia, un messaggio o un segreto. Mi piace pensare che in un bosco ci sia la nostra storia e che ogni albero porti con se un pezzetto di noi. Il nostro passato, il nostro presente ed i semi del nostro futuro. Mi piace pensare che i boschi custodiscano le nostre emozioni, i nostri pensieri, le nostre paure, le nostre speranze ed i nostri sogni. Mi piace pensare che in ogni bosco siano nascoste le risposte alle nostre domande

In Campania, con la preziosa collaborazione di Tiziana “Maverik” Cirillo e del suo gruppo “La Carovana del Benessere,  le nostre “uscite” sono ormai un “must” per chi desidera imparare a riscoprire cosa vuol dire davvero immergersi nella natura.

Domenica siamo stati in un posto davvero fantastico, il Monte Faito, in provincia di Napoli. La montagna si trova esattamente a metà tra il golfo di Napoli e quello di Salerno. dalla cima puoi godere di un panorama davvero unico.

Addentrandosi tra i sentieri ti ritrovi ben presto immerso in un mondo incantato, circondato da castagni, lecci e faggi secolari, completamente avvolto in una atmosfera davvero particolare. Il tempo sembra fermarsi e le cose di tutti i giorni assumono di colpo un significato diverso.

La musica del vento tra le foglie, i giochi di colori del sole che filtra tra i rami fitti ed intricati, i profumi dell’autunno che avanza…

Senza rendersene conto ci si trova trasportati in un’altra dimensione.

La foresta è viva. Gli alberi sentono la nostra presenza e hanno in serbo, per chi li rispetta, una infinità di doni.

Qualche giorno fa,  durante una delle nostre passeggiate esplorative ho chiesto a Tiziana: “Tiz, ma se dovessi spiegare ad un bambino perché è importante andare in un bosco, cosa gli diresti?”

Quando uomini e montagne si incontrano, grandi cose accadono.
(William Blake)

Ecco la sua risposta:

In realtà non avrei alcun bisogno di spiegarlo a un bambino ma semmai, ai suoi genitori. I bambini in
Natura si integrano immediatamente. Loro sanno, sentono… Una volta organizzai una ‘Festa dei colori’ nel
bosco degli Astroni, un altro posto magico che conosci bene. Alcune mamme portarono anche i loro
bambini. Bene, dissi loro di togliersi le scarpe, poi facemmo un girotondo intorno alla grande quercia dopo
esserci passati dei colori sul viso e sulle magliette. Alla fine insegnai loro ad abbracciare gli alberi. Infine
condividemmo tutti il cibo che avevamo portato. Quando stavamo per andare sentii un bimbo che diceva
alla mamma ‘Mamma, questo è il più bel giorno della mia vita’. Non ti nascondo che mi veniva da piangere.
Lo sai, me lo hai sentito dire mille volte: la Natura è casa. Bisogna tornare a casa.

E come spiegheresti in maniera semplice il “lavoro” che facciamo fare tra gli alberi?

Da quando riporto la gente in Natura ho battezzato questa ‘disciplina’ Eco Wellness. Il lavoro è di
riadattamento all’habitat naturale. Molte persone oramai sono totalmente disabituate a respirare aria
pura, a calpestare il terreno o l’erba e soprattutto non sopportano il silenzio. Quando li riportiamo in
Natura, bisogna farlo gradatamente. Diciamo la verità, quelli che entrano e quelli che escono sembrano
persone totalmente diverse. All’inizio hanno il colorito verde, i segni dello stress sul viso, sono rigidi e
chiacchieroni. Quando escono sembra che abbiano passato due mesi in una Spa. Riabituarsi a respirare, a
sentire i suoni della natura, a guardare tutti i piccoli dettagli di una foresta. Sentire i piedi nudi sull’erba,
rilassarsi, connettersi col bosco è un’esperienza assolutamente magica oltre che terapeutica.

Conosco Tiziana da da quasi vent’anni. Formatrice (in particolare per la U.S. Navy…), coach, counselor, rivoluzionaria, dissacratrice, ribelle e sognatrice, e autrice di un sicuro best seller… (libro di prossima pubblicazione, stay tuned…)

Mi piace molto la sua filosofia di vita. Da sempre abbiamo condiviso la passione per la Natura e per la formazione, e ci è sembrato naturale organizzare spesso insieme “passeggiate consapevoli“, incontri e workshop esperienziali per favorire la ri-connessione con la Natura e lo sviluppo armonico delle potenzialità delle persone. Ed ogni volta è una emozione fortissima.

Un consiglio spassionato? Organizzati per esserci qualche volta. Le controindicazioni di nostri incontri? Solo una: danno dipendenza! 😀

Tutti i dettagli li trovi sulle nostre pagine: Vivere Rilassatamente e La Carovana del Benessere

Ora tocca a te. Passa all’azione. Non ti basta leggere articoli e libri o frequentare corsi o guru. Sei tu a poter fare la differenza. 

Ti suggerisco di organizzarti la vita in modo da poter passare sempre più tempo a contatto con la Natura. 

Lo so, la domenica ci sono le partite, il pranzo coi parenti, la spesa al centro commerciale…

Lo so, non hai tempo da perdere, non hai soldi, sei troppo stanco, fa troppo freddo, fa caldo…

Lo so. In ogni momento abbiamo “millemila” motivi per non fare le cose.  E so anche che quando vuoi veramente qualcosa, niente e nessuno può fermarti. Spero che questo post ti abbia fatto comprendere quanto sia importante vivere la Natura.  Ora sei tu a scegliere!

 

© 2017 GIOVANNI ANNUNZIATA

Condividi

DIFFONDIAMO INSIEME L’AMORE PER LA NATURA.

Condividi questo articolo sui Social e lascia i tuoi commenti qui sotto!

Leggi anche questi articoli:

Leave a comment