Sensi di colpa

Sensi di colpa

Vorrei fermarmi ma non posso…

Che vita frenetica!  Impegni, scadenze, responsabilità, problemi… lo stress sembra quasi essere inevitabile.

Ho ricevuto tempo fa una mail sulla quale è interessante fare una breve riflessione:

 

Ciao Giovanni, sono  una giovane mamma di 2 splendidi bimbi. Lavoro presso uno studio legale ed i miei orari sono spesso molto impegnativi. Torno a casa spesso stanca scarica, e non riesco a dedicare le attenzioni che vorrei ai miei figli. Loro vorrebbero giocare, raccontarmi la loro giornata.. a volte penso proprio di non farcela. A rimetterci è spesso anche il mio compagno, che tornato a casa, mi trova spesso sfinita, semi addormentata sul divano, nervosa e per nulla attraente…

L’altro giorno ero davvero uno straccio e mi sono concessa un pomeriggio tutto per me.

Ho staccato il cellulare e sono stata dall’estetista. Non hai idea dei sensi di colpa che ho avuto… Dentro di me mille pensieri e preoccupazioni. Quando ho riacceso il telefono ed ho visto le chiamate ed i messaggi… Volevo sparire!      E’ normale sentirsi così? Lo stress è enorme, ma se mi fermo sto male, e se non mi fermo ho l’impressione di impazzire… mi sembra di sbagliare qualsiasi cosa faccia… hai qualche consiglio??

Giulia

 

La situazione che ci ha descritto Giulia è molto comune. Da una parte si avverte il bisogno di fermarsi, di concedersi una pausa, dall’altro c’è il senso del dovere e la sensazione di essere egoisti nel prendersi del tempo tutto per se. E per una donna, mamma e lavoratrice, é tutto senza dubbio più complesso.

 

E’ molto bello avere un forte senso del dovere, voler dare il meglio di se al lavoro, voler donare tutto noi stessi alle persone amate. E’una cosa da apprezzare senza alcun dubbio. Proviamo a valutare anche un altro aspetto di questa questione. Per dare il meglio di se, in ogni campo, occorre utilizzare a pieno le proprie risorse ed energie. Quando non c’è energia, niente può funzionare.

E’ proprio per poter fare la meglio ogni cosa che è fondamentale concedersi dei piccoli momenti solo per se stessi. Se non ricarichiamo le pile, non possiamo riuscire a fare nulla.

Dobbiamo prenderci cura di noi stessi proprio per poter assicurare il massimo delle nostre performance in ogni situazione. Al lavoro, come a casa.

 

Un professionista che non dedichi del tempo alla gestione dello stress, alla lunga è molto meno produttivo di uno che coltiva giorno dopo giorno l’abitudine di recuperare le energie spese. Qui non parliamo solo di un diritto. Oserei dire che si tratta di uno dei doveri che attengono alla figura di un professionista esemplare. Puoi dare il meglio solo quando sei al meglio.

 

Allo stesso modo, una mamma che non si prende il tempo necessario a scaricare la fatica e le tensioni accumulate, alla lunga non potrà garantire ai propri figli quella gioiosa vitalità e quella presenza così preziosa nello sviluppo e nella crescita armonica dei bambini. Essere mamma è una delle attività più complesse, impegnative ed importanti che ci siano. Richiede di continuo energie e risorse incredibili. Si è una “buona” mamma anche  quando ci si dedica un pochino a sè stesse.

 

Questo è un principio valido in ogni campo: nel lavoro, nelle amicizie, nei rapporti sentimentali…

Non si può dare il meglio di se trascurandosi.

Occorre prendersi cura di se stessi proprio per poter dare di più agli altri. Sacrificare del tutto il proprio tempo anche alla più nobile delle cause, non sempre può rivelarsi la scelta migliore.

Può andar bene per un periodo limitato di tempo; in seguito potrebbe ritorcersi contro, con conseguenze concrete e spiacevoli sulla qualità della nostra vita e delle nostre relazioni.

 

                                                                                                      

“Ama il prossimo tuo come te stesso” (Mt 19,16-19).

 

 

In molti, credenti o no,  conoscono questo preziosissimo insegnamento. Spesso ci facciamo in quattro per qualcuno cui teniamo o per qualcosa in cui crediamo, ed è davvero bellissimo. Ma se ci dimentichiamo di noi stessi, siamo sulla strada sbagliata.

Rischiamo di non poter dare alle persone amate il meglio di noi stessi, di non ottenere ciò che vogliamo o di non riuscire a goderci a pieno le gioie della vita.

 

Rifletti  davvero sui rischi che si corrono adottando uno stile di vita troppo frenetico e sui benefici che può portarti dedicare 5-10 minuti al giorno tutti per te. Un semplice esercizio di rilassamento può fare davvero la differenza.

Regalati di tanto in tanto qualche ora di assoluto relax, un prezioso appuntamento con la persona più importante del mondo. Te stesso.

 

Registrati inserendo i tuoi dati nella casella che trovi sulla destra riceverai GRATIS un e-book ricco di suggerimenti pratici e un vero e proprio piano di azione settimanale per aiutarti ad eliminare lo stress in eccesso.  Clicca per maggiori informazioni!

Condividi

Se pensi che possa essere utile ai tuoi amici, commenta e condividi. Insieme stimoliamo riflessioni costruttive!

Leggi anche questi articoli:

  • avatar image
    Monica
    giugno 14th, 2013 at 5:53 pm

    Condivido in pieno

    Rispondi
  • avatar image
    Monia
    giugno 6th, 2015 at 2:13 am

    Articolo molto bello, Grazie

    Rispondi
    • avatar image
      Giovanni Annunziata
      giugno 6th, 2015 at 7:33 am

      Grazie Monia! E’ bello sentire sempre il sostegno per tutto quello che pubblico! Se ti va, scarica gratuitamente l’e-book di Vivere Rilassatamente!
      Un abbraccio, buona giornata!

      Rispondi

Leave a comment