Fermati un attimo

Fermati un attimo

Mille impegni, mille appuntamenti, mille difficoltà… una vita sempre di corsa. Stanchezza, stress, rinunce… E’ questa la vita che vuoi?

Spesso mi capita, parlando con amici o clienti, di notare quanto siano frenetiche le nostre giornate. Una delle frasi ricorrenti è “non ho il tempo”

 

Correre. Sembra questo il nostro destino. Saltiamo da un appuntamento all’altro, veloci, di fretta. Non c’è tempo da perdere.

 

E’ vero. Il lavoro è importante e senza impegnarsi a fondo non si porta a casa nessun risultato. Ma sicuro che quella che stai percorrendo sia la strada giusta? Non è che ritmi troppo frenetici finiscano col rovinare anche la qualità del tuo lavoro oltre che della tua vita?

 

 

…la fretta che determina il nostro modo di vivere, è il peggior nemico del piacere.
Purtroppo la fretta della vita moderna si è impadronita anche del poco tempo libero che abbiamo;
godiamo delle cose in modo altrettanto nervoso e snervante di quando lavoriamo… (Herman Hesse)

 

 

Quante persone conosco che non riescono a godersi nemmeno quei (pochi) piccoli momenti di relax, una serata con gli amici, un momento con la famiglia o un po’ di tempo tutto per sé…

Penso molto a questa situazione. A volte mi ritrovo anche io travolto da questi ritmi e mi sembra tutto così folle…

 

Inseguiamo il benessere (spesso associato ad una migliore condizione economica), e spesso siamo proprio noi, con i nostri comportamenti “compulsivi” a peggiorare la situazione.  Facciamo sacrifici per il futuro, per noi stessi o per la nostra famiglia, dimenticandoci quasi del tutto del presente.

 

Io non ho risposte né suggerimenti da dare per migliorare le cose.  Ho solo delle domande. Me le faccio continuamente. Tutti i giorni:  Cosa conta davvero per te? Quali sono le cose cui più tieni? E’ qui la chiave di tutto.

 

Vanno bene i sacrifici, va bene la determinazione purché tu abbia sempre chiaro che la vita è ADESSO.  Non ha senso rimandare a domani quello che per te è importante veramente OGGI. Molti fanno costantemente rinunce per riuscire, un giorno, a stare meglio. E’ importante calcolare bene le tue mosse. Fermati. Prenditi il tempo per capire quello che vuoi, che vita vuoi vivere e mettiti in azione soltanto dopo aver analizzato davvero la situazione.

 

Io voglio essere il padrone del mio tempo. Voglio il tempo per Amare, per ridere, per giocare, per ammirare un tramonto. E lo voglio ORA. Non è facile, specialmente in questa società iper competitiva che ci chiede sempre di “produrre” (e consumare) di più.

 

Ma tu puoi scegliere. E la strada che sceglierai con consapevolezza è la migliore del mondo. Segui il tuo cuore, segui i tuoi sogni, segui le tue passioni e la qualità della tua vita migliorerà ogni giorno di più.

 

Fermati un attimo, ascolta quello che hai intorno, non chiudere mai i tuoi occhi se non è necessario, affronta la vita in tutte le sue visioni, respira l’aria, perché quella è tua e di nessun altro, nessuno è meglio di te, perché tu sei l’unico disegnatore della tua vita, sei la persona che aspetta che piova per piangere in due, sei il pastello che colora la tua strada, l’acqua che rinfresca la tua giornata, sei il musicista della tua colonna sonora, lo scrittore della tua giornata, il pittore del quadro in cui vivi, tu sei tutto quello che ti circonda, la vita e tua, il resto è solo un contorno….

(EJAY IVAN LAC)

 

Ti auguro di vivere davvero la vita che vuoi… ORA.

Condividi

Costruiamo insieme un mondo migliore!!!

Leggi anche questi articoli:

  • avatar image
    Josaya
    gennaio 23rd, 2012 at 11:21 am

    Il nostro punto di equilibrio è l’esperienza del momento presente, del Qui ed Ora, focalizzandosi sul tempo presente che può modificare gli effetti del passato e il manifestarsi del futuro.
    Purtroppo la moltitudine del genere umano oscilla incessantemente tra il passato e il futuro, e questo crediamo generi la frnesia di cui tutti siamo schiavi e di cui si parla in questo bellissimo post! Grazie

    Rispondi
    • avatar image
      Giovanni Annunziata
      gennaio 23rd, 2012 at 3:37 pm

      Domani è un mistero, ma oggi è un dono e per questo si chiama presente… (Kung Fu Panda) 🙂

      Grazie del contributo e dell’apprezzamento! Detto da voi, è davvero molto gradito!!!

      Rispondi
  • avatar image
    Giovanni
    gennaio 20th, 2013 at 10:45 pm

    Grazie Giovanni per lo spunto di riflessione.
    Credo che esista una sofferenza maggiore che è quella delle persone che non hanno tempo per se stesse perché dedicano molta parte del proprio tempo a fare un lavoro che nemmeno gli piace! Quando fai un lavoro che oltre a piacerti ti soddisfa, riesci a non drammatizzare il tempo che manca perché comunque sei felice e appagato, ma se fai 5 giorni su 7 per molti anni della vita un lavoro che non ti piace allora si che sono guai…..Auguro a tutti di poter trovare nella vita un lavoro fatto a propria misura che permetta anche di preservare del tempo da dedicare al resto delle passioni extra lavorative. A presto

    Rispondi
  • avatar image
    susy
    marzo 27th, 2014 at 11:00 pm

    Ciaoo !!
    beh … diciamo che nn mi fermo mai, sempre di corsa
    ma anche se e dico se il tempo è tiranno ela vita sempre piena di sacrifici .. ne so qualcosa
    cmq .. e da un pò di tempo che trovo sempre il tempo x me stessa
    e per star cn gli amici
    bisogna sempre trovare il tempo

    e voglio godermi il presente … 🙂

    Rispondi

Leave a comment