Pino Daniele. Cosa imparare dalla sua scomparsa

Pino Daniele. Cosa imparare dalla sua scomparsa

L’emozione è ancora forte. 

Ho appena saputo della morte di Pino Daniele, per chi come me è nato e cresciuto a Napoli, ed ama in maniera profonda la sua città, è molto più che un cantante. 

La sua musica e le sue parole sono legate in maniera indissolubile all’identità di Napoli, al pari di giganti come Totò, i De Filippo, e Massimo Troisi. E proprio come per Massimo, sembra sia stato un un problema al cuore a causarne la scomparsa.

Come spesso accade, di fronte alla morte, si fanno sempre molte riflessioni.

Il pensiero che ogni volta si rafforza in me è quello che la vita è davvero preziosa.

Prendersi cura di se è importante, riuscire a godersi a pieno ogni istante è alla base della vita.

Non ha senso rimandare di continuo. 

Non ha senso aspettare per amare, giocare, riposare, viaggiare, vivere. 

Carpe Diem. Le occasioni vanno colte quando se ne ha l’opportunità. 

Coltiva oggi le tue amicizie ed i tuoi interessi; gioca oggi con i tuoi figli, fai adesso quella telefonata che rimandi da tempo… 

Una vita felice è fatta da tanti attimi felici. E dipende, costantemente dalla tue scelte.

Yes I Know my way canta(va) Pino Daniele. 

Ancora una volta ne sono certo. Conosco bene la mia strada per nessun motivo al mondo la cambierò. 

Leggi anche questi articoli:

Leave a comment